ESTECO SpA,  la software house triestina specializzata in soluzioni per la progettazione ingegneristica, ha inaugurato giovedì la sua nuova sede all’interno del campus di AREA Science Park a Padriciano. I tre piani dell’edificio B, rinnovati ad hoc per i nuovi inquilini, ospiteranno i 74 dipendenti di ESTECO lasciando spazio ad un’ulteriore espansione in termini di assunzioni. A quasi 20 anni dalla sua fondazione come spin-off dell’Università di Trieste, ESTECO cambia casa per dare spazio alla crescita costante che ha contrassegnato l’azienda soprattutto negli ultimi anni, sia per fatturato che per numero di dipendenti.

Con un tasso medio di crescita di circa 10% all’anno in termini di assunzioni, si era reso necessario per l’azienda lo spostamento in locali più ampi e funzionali. Solo nel 2017, ESTECO ha assunto 11 nuovi dipendenti e attualmente conta un totale di 74 persone (69 dipendenti e cinque tesisti/dottorandi/borsisti). Ampi uffici open space, cinque sale riunioni e una stanza dedicata al ping pong sono pensati per offrire un ambiente di lavoro ottimale per i programmatori, ingegneri, ricercatori e alle altre figure professionali che lavorano in ESTECO. Gli interni della nuova sede rispecchiano l’orientamento dell’azienda all’innovazione, ma anche l’età media dei dipendenti – che in ESTECO si aggira intorno ai 30 anni – e vanno a integrare altri aspetti vantaggiosi come orario di lavoro flessibile ed opportunità di formazione all’interno dell’azienda.

Da sempre insediata in AREA Science Park, ESTECO è rimasta negli anni un ponte importante e costante tra il mondo accademico e quello industriale. Lo testimonia anche il fatto che su 69 dipendenti, ben 19 sono entrati in ESTECO tramite un tirocinio o un progetto di tesi o dottorato di ricerca. Infine, ben 94.5% dei dipendenti di ESTECO è in possesso di un diploma di laurea, il 58.2% ha completato un corso di laurea magistrale o un master, mentre il 20% ha conseguito il titolo di dottore di ricerca.

“Dall’automobile alla lavatrice fino anche alla cara vecchia moka – spiega Carlo Poloni, presidente di ESTECO – spesso le persone sono inconsapevoli della complessità ingegneristica che si nasconde negli oggetti di uso quotidiano. Per chi invece come noi conosce bene il lavoro del progettista è davvero un orgoglio sapere che ogni giorno arrivano sul mercato prodotti più sicuri ed efficienti, anche grazie al software all’avanguardia messo a punto qui a Trieste

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi