Torino, 28 giugno 2019 – ArgiNaRe/Messina; BRAIKER/Pisa; Butterfly/Salerno; ComplexData/Milano; Ematik/Mirandola, Modena; Freedoo/Roma; HIQ-Nano/Genova-Lecce; HIRO Robotics/Genova; HuCare Trial/Firenze; Innovacarbon/Milano; Jarvis/Bologna; LightBus/Bologna; Light Up/Bologna; MaCh3D/Parma; MgShell/Milano; Milk Brick/Sassari; Octipay/Pesaro; Ofree/Treviso; Often Medical/Benevento; Proteso/Genova; Relief/Pisa; RiceHouse/Biella; Sommelier Wine Box/Padova; Stip/Roma; Switcho/Milano; TalentPLAYERS/Palermo; ValueBin/Milano; VEMINI/Milano; VIC/Treviso; Wanderoo/Firenze; Yakkyofy/Bari, sono i vincitori di questo primo step del Premio dall’idea all’impresa, che andranno ora a concorrere per il grant da 50 mila euro messo in palio da Progetto Marzotto, con annuncio il prossimo 21 novembre a Roma.

L’annuncio è stato dato ieri sera all’UniManagement di Torino, in occasione dell’Italian Tech Week, di cui Premio Gaetano Marzotto è partner ufficiale.

Un appuntamento realizzato in collaborazione con APSTI – Associazione Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, Italia Startup – Associazione Italiana delle Startup e UniCredit Start Lab.

Da una prima analisi della selezione, la Lombardia risulta la regione più premiata con sei startup vincitrici; seguono: Emilia Romagna con cinque vincitori; Toscana con quattro vincitori, Veneto con tre vincitori; Campania, Lazio, Liguria, Puglia e Sicilia con due vincitori e infine Marche, Piemonte e Sardegna con un vincitore. Un dato che trova riscontro anche su grande scala, quando a chiusura bando, il 13 maggio scorso, tra le oltre 500 application al Premio, la Lombardia svettava per il maggior numero di startup iscritte.

Bio/Med/Life Science/Health Care è il settore di riferimento che ha registrato più partecipazioni, insieme alla categoria ICT/IOT Tech. Crescono i progetti legati all’economia circolare, alla social innovation, al Clean/ Energy Tech, come pure quelli legati ai New Materials e al Fin/Reg Tech. L’età media dei team partecipanti riscontrata in questa occasione è di 34 anni.

L’appuntamento è stato reso possibile grazie al generoso supporto degli incubatori, degli acceleratori e dei parchi scientifici tecnologici che affiancano il Premio, che quest’anno ha raccolto alcuni nuovi ingressi come Industrio/Rovereto, Nana Bianca/Firenze, Polo Tecnologico di Navacchio/Navacchio, Pisa; oltre alle conferme di: AlmaCube/Bologna, Bio4Dreams/Milano, Bioindustry Park/Colleretto Giacosa (TO), Campania NewSteel/Napoli, ComoNExT/Lomazzo (CO), Consorzio Arca/Palermo, Day One/Roma, Digital Magics/Milano, FabriQ/Milano, Fashion Technology Accelerator/Milano, Fondazione UniMi/Milano, Friuli Innovazione/Udine, Galileo Visionary District – Start Cube/Padova, GELLIFY/Casalecchio di Reno (BO), I3P/Torino, Impact Hub/Milano, JCube/Jesi (AN), Kilometro Rosso/Bergamo, LUISS ENLABS – LVenture Group/Roma, Make a Cube3/Milano, PoliHub/Milano, Romagnatech/Faenza (RA), SELLALAB/Biella, SocialFare/Torino, Talent Garden/Milano, The Net Value/Cagliari, TIM WCAP/Roma, Toscana Life Sciences/Siena.

Fonte: www.premiogaetanomarzotto.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi