Il progetto SUPAIR – Sustainable Ports in the Adriatic-Ionian Region ha affiancato nell’arco di due anni di attività 7 autorità portuali dell’area Adriatico-Ionica nella redazione e attuazione di Piani di Azione per un porto sostenibile, affrontando il tema della riduzione delle emissioni di CO2 prodotte dalla navigazione e dalle operazioni portuali a terra, con un approccio integrato e in ottica transnazionale. Molteplici gli obiettivi del progetto, dal miglioramento dell’ecosostenibilità delle attività portuali e della capacità di pianificare e attuare soluzioni di trasporto e mobilità a basse emissioni di carbonio e multimodali, all’ottimizzazione del processo decisionale dei principali stakeholder coinvolti.

Il progetto, partito il 1 gennaio 2018, è giunto al termine. Finanziato dal programma Interreg Adrion V-B con un budget di più di 1 milione di euro, SUPAIR ha visto la collaborazione di Area Science Park, della Venice International University e del Centre for Research and Technologies of Hellas (CERTH), ed ha coinvolto diverse realtà portuali del Mar Adriatico, fra le quali Trieste (Italia), Venezia (Italia), Pireo (Grecia), Salonicco (Grecia), Capodistria (Slovenia), Durazzo (Albania) e Bar (Montenegro).

SUPAIR ha permesso la creazione della Rete transnazionale di porti sostenibili e a basse emissioni di carbonio della regione Adriatico-Ionica, nata con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione nel campo dello sviluppo portuale sostenibile, della gestione ambientale ed energetica e delle soluzioni a basse emissioni di carbonio attraverso lo sviluppo di soluzioni infrastrutturali, organizzative e gestionali che favoriscano un sistema porto più ecologico, sicuro ed efficiente. Inizialmente costituita dai partner del progetto, la Rete è aperta a tutti coloro, porti e non, che sono interessati a replicare la metodologia e l’approccio proposti, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile dell’area.

Smart ideas for sustainable and low-carbon ports” è il titolo del Workshop organizzato da Area Science Park nell’ambito di SUPAIR – SUstainable Ports in the Adriatic-Ionian Region che si è tenuto oggi presso la Stazione Marittima di Trieste il 13 novembre 2019.

Il Workshop si pone come evento finale e conclusivo del progetto SUPAIR, un’occasione per presentare al pubblico le attività svolte ed i risultati ottenuti ed in particolare per scoprire le performance dei porti dell’area Adriatico-Ionica in termini di sostenibilità ambientale e le strategie che questi adotteranno nel futuro per ridurre il loro impatto sull’ambiente circostante.

L’evento è organizzato all’interno della XXIII edizione della Conferenza Nazionale di Geomatica e Informazione Geografica (#ASITA2019) promossa dalla Federazione italiana delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali e Ambientali (ASITA) che si terrà a Trieste dal 12 al 14 Novembre 2019.

La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti, previa registrazione sul sito della Conferenza #ASITA2019 o tramite email a supair@areasciencepark.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi